Biblioteca, Iniziative, Lettura, Nati per Leggere, Scaffale tematico

8° OPEN DAY – Le Biblioteche per Expo 2015 Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita.

SKMBT_C224e14112114280_0001Giornata di festa in occasione dell’ottavo compleanno del Polo Bibliotecario S.I.P.

Iniziative previste: Letture Nati per Leggere, animazione di storie, laboratori creativi, proiezione web serie SANFOOD.

SKMBT_C224e14111914541_0001Si comincia al mattino con Nati per Leggere
Incontri di lettura ad alta voce per bambini
dai 6 mesi ai 6 anni.

Le letture sono curate dalla bibliotecaria Daniela Traini con la collaborazione delle lettrici e dei lettori volontari civici Nati per Leggere San Benedetto del Tronto presso la Sezione Bambini.

Letture:

MANGIA I PISELLI di Kes Gray & Nick Sharratt.
Che cosa darà la mamma a Daisy se mangerà i piselli? Un gelato in più, un piccolo elefante e anche una fabbrica di cioccolato. Ora Daisy mangerà i piselli? O riuscirà a confondere la mamma?
Età di lettura: da 3 anni.

HAI LA PAPPA DAPPERTUTTO! di Jeanne Ashbé.
Un libro pop-up destinato ai più piccoli: attraverso immagini che parlano delle sue prime esperienze il bambino potrà esplorare il mondo circostante e tentare di comprenderlo. Una merenda di yogurt, malgrado il bavaglino, sporca tutto e non resta che ripulire…
Età di lettura: da 3 anni.

PROSCIUTTO E UOVA VERDI del Dr. Seuss.
Una delle opere più conosciute del Dr. Seuss, sia per la vivacità delle immagini, sia per la simpatia del testo, che verte attorno a un vassoio contenente un insolito cibo colorato…
Età di lettura: da 5 anni.

IL PICCOLO BRUCO MAISAZIO di Eric Carle.
Tutti i bruchi diventeranno farfalle, ma come fanno? Per imparare uno dei misteri della natura, per crescere insieme a un simpatico bruco che non smette mai di mangiare, per diventare farfalle e spiccare il volo, tra fantasia e realtà. Una prima lettura formata da pagine ora tagliate, ora bucate o sagomate, in versione cartonata.
Età di lettura: da 4 anni.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria al numero telefonico: 0735.794701 o via mail all’indirizzo: biblioteca@comunesbt.it.

Nel pomeriggio apertura straordinaria dalle ore 16
con tutti i servizi garantiti.

Dalle ore 16.30
PROIEZIONE WEB SERIE SANFOOD SKMBT_C224e14112114270_0001
SANFOOD è la prima web serie interamente concepita e realizzata a San Benedetto del Tronto.
Narra della storia di Piero, un ragazzo come tanti che rimane folgorato dal mondo dell’alta cucina, tanto da rendere la vita delle persone che lo circondano insostenibile.
La moglie, frustrata, decide di rivolgersi a degli specialisti, i F.lli Del Manzo.
Questa strana coppia, impacciata e controversa, tenterà di rieducare Piero con una sorta di terapia d’urto fatta di piatti popolari e di strada, preparati dai locali più caratteristici selezionati. Il tutto girato nella splendida cornice che solo la nostra splendida città sa offrire.

Soggetto e sceneggiatura Andrea Assenti, Andrea Assenti, Andrea Broglia.

Regia Davide “René” Passaretti.

Montaggio Andrea Assenti.

SKMBT_C224e14111914540_0001Dalle 17.30
GRAND TOUR CULTURA 2014: CROCEVIA DI CULTURE
organizzato da MAB Marche.
Promosso da ICOM, ANAI e AIB e
Assessorato alla Cultura della Regione Marche.
Tutti gli eventi su www.bibliotecheaperte.it

FIABA: DIALOGO TRA CULTURE, PONTE TRA MONDI INCANTATI
Fiabe albanesi tratte da
LA VECCHIA CHE INGANNO’ LA MORTE di F. Lazzarato e V. Ongini
Legate soprattutto alla cultura contadina, le fiabe albanesi sono allegre, paradossali, piene di scherzi giocati agli sciocchi, agli scrocconi, ai pigri, agli orchi avidi, alle streghe maligne. Età di lettura: da 8 anni.

A seguire…

C’ERA… UNA FIABA

I MUSICANTI DI BREMA di J. e W. Grimm
Un asino, un cane, un gatto e un gallo decidono di andare a Brema per unirsi alla banda cittadina. Strada facendo, si imbattono in un gruppo di briganti… Una fiaba tutta da ridere.
Età di lettura: da 4 anni.

VIVA LE MELE! di B. Weninger e A. Möller
Dolce, gustosa, profumata: ogni morso di mela è un boccone di salute. E dire che tutto è cominciato con un seme! Poi, la magia del sole e della pioggia ha fatto sbocciare un fiorellino e le api gli hanno fatto visita…
Età di lettura: da 4 anni.

Laboratori creativi e spuntino genuino e gustoso per tutti.

INGRESSO LIBERO E GRATUITO.

INFO:
Tel.: 0735.794701/04
e-mail: biblioteca@comunesbt.it

Per conoscere le altre iniziative del Polo S.I.P. : www.bibliosip.it
GRAND TOUR CULTURA 2014: CROCEVIA DI CULTURE: www.bibliotecheaperte.it

Iniziative, Laboratori di scrittura, Lettura

Ottobre 2014: riprendono le attività autunnali in Biblioteca

paroleemusica
La magia delle parole dà luogo alle modulazioni sonore delle note musicali. E nella dimensione della vera, grande arte, parola e musica diventano un tutt’uno.

La Biblioteca Lesca comunica che a partire dal mese di ottobre riprenderanno le attività autunnali, in particolare si rende noto che a partire dal 10 ottobre 2014 fino al 16 gennaio 2015 inizierà il Laboratorio di scrittura e di lettura, curato dalla Prof.ssa Anna Maria Vitale.

“La musica delle parole, parole in musica”, è un progetto che si pone come obiettivo quello di analizzare lo stretto legame esistente tra le  sonorità musicali e le parole in versi e in prosa, spaziando tra scrittura, ascolto di musica classica e di musica moderna, analisi della produzione di autori quali Ovidio, Leopardi, Guccini e Baricco e destinati a chiunque sia interessato all’argomento e principalmente a studenti della Scuola secondaria di II grado.

Si svolgeranno ogni venerdì presso la Biblioteca o il Laboratorio di Scrittura e di Lettura di Porto d’Ascoli. Si ricorda che il laboratorio comincerà il 10 ottobre dalle 15.30 alle 18.30, il primo incontro oltre a presentare il programma tratterà il seguente argomento:

Poesia e musica: l’impressionismo musicale.

“La musica evoca le emozioni della mia poesia e definisce lo sfondo in modo più vivo di quanto avrebbe potuto il colore” […] “Il mio senso rimpiange che il discorso fallisca nell’espressione degli oggetti per pennellate che vi corrispondano per colore e ritmo che pur esistono nello strumento vocale. Ciò che le lingue non sanno fare con le parole isolate, dipingere gli oggetti con i suoni, il poeta lo può fare combinando sapientemente le parole nel verso (S. Mallarmé).

♫ L’après midi d’un faune. Prelude di Claude Debussy.

Continue reading “Ottobre 2014: riprendono le attività autunnali in Biblioteca”

Eventi, Iniziative, Lettura

Giornata nazionale delle biblioteche BiblioPride 2014

Banner-Bibliop_2014_600x190
“Le biblioteche hanno valore sociale”

“Dopo il successo delle prime due edizioni svoltesi a Napoli nel 2012 e a Firenze nel 2013, l’Associazione Italiana Biblioteche, promuove la 3. Giornata nazionale delle biblioteche in Puglia.”

Il Bibliopride è una manifestazione annuale promossa dall’AIB per ribadire l’importanza del sistema bibliotecario nazionale per la crescita culturale, economica e sociale del nostro Paese.

In occasione di questa importante manifestazione è importante ricordare il valore sociale e l’utilità delle biblioteche, in particolare lo scopo del Bibliopride 2014 è quello di ribadire alla collettività nazionale e al sistema istituzionale pubblico e privato che le biblioteche già svolgono e possono ancora meglio svolgere un prezioso ruolo sociale nella società italiana in tempo di crisi, migliorando la vita delle persone e la qualità dei territori.

La Biblioteca Lesca intende rendere visibile l’iniziativa e aumentare la partecipazione alle attività della Biblioteca. Per rimanere aggiornati sugli eventi e le iniziative consigliamo di visitare attivamente il nostro blog e la pagina Facebook. Continue reading “Giornata nazionale delle biblioteche BiblioPride 2014”

Eventi, Storia e cultura locale

“San Biagio”, si ricordano le figure di funai, canapini e retare

Per l’ottavo anno consecutivo si rinnova il tradizionale appuntamento che celebra gli antichi mestieri della civiltà marinara sambenedettese: funaio, canapino e retara.

Infatti, il 3 febbraio, nella giornata di San Biagio, patrono della categoria, la città di San Benedetto del Tronto vuole rendere omaggio a coloro che in passato hanno svolto tali mestieri, professioni fondamentali nella storia dell’economia, e quindi della cultura, cittadina.

festa_dei_Funai_14Quest’anno la celebrazione, organizzata in collaborazione con il Circolo dei Sambenedettesi, si svolgerà dunque lunedì 3 febbraio, alle ore 10, nel Museo della Civiltà Marinara delle Marche. Durante l’iniziativa, dal titolo “Il sentiero e la ruota”, si ascolteranno le testimonianze di vita di funai che spiegheranno il loro duro ma importante lavoro svolto quando erano semplici bambini e giovanotti chiamati ad aiutare gli uomini e le donne che filavano la canapa.

Ci siamo già occupati dei protagonisti di quel mondo ormai lontano in un nostro articolo precedente.

Oggi desideriamo farlo attraverso la testimonianza di Alberto Perozzi che in un articolo intitolato Storia sambenedettese: funai, canapini e spagaroli. Una ruota che girava male  (tratto da Flash: quattordicinale di vita picena , A.7 , n.100, luglio 1986, pp.47-49) così scriveva: 

Immagini tratte da Vota cì! a cura di Nazzareno Grannò
Immagini tratte da Vota cì! a cura di Nazzareno Grannò

“Prima della guerra io conoscevo cento bambini che non potevano venire con noi a giocare perché dovevano girare la ruota. E non potevano venire nemmeno a scuola. Lo facevano saltuariamente […]. Quei bambini stavano tutto il giorno attaccati alla ruota, attenti a farla girare rispettando la velocità richiesta dallo spagarolo per attorcigliare lo spago. Dodici – quattordici ore inchiodati sotto il sole, riparandosi sotto ombrelli sgangherati issati su sostegni di fortuna. Durante l’inverno accendevano piccoli fuochi per riscaldarsi, soprattutto i piedi e le mani, che l’immobilità rendeva pezzi di ghiaccio.”

SKMBT_C224e14013118020_0001
Immagini tratte da Vota cì! a cura di Nazzareno Grannò

“[…] I canapini dovevano “pettinare la canapa”. La tecnica primordiale seguita li esponeva al pericolo grave di contrarre la tubercolosi. Le spore della canapa, veri e propri aculei, inspirati in grande quantità, ferivano i polmoni e facevano sputare sangue. […] I locali dove la canapa veniva lavorata erano angusti e scarsamente illuminati. […] Anche per il canapino le sofferenze provocate dal mutare delle stagioni erano terribili. D’inverno il freddo screpolava le mani e dentro le ferite si inseriva la polvere della canapa, che provocava un bruciore insopportabile. D’estate il caldo costringeva gli operai a denudarsi completamente, per cercare di resistere il più a lungo possibile dentro i locali surriscaldati, immersi nella cortina di polvere.”

Le indicibili difficoltà di tali antichi mestieri sono evidenti da questa sentita testimonianza ma emergono in tutta la loro crudezza anche dalle poesie in vernacolo ad essi dedicate, come in Lu fenàre di Giovanni Vespasiani (tratta da Poesie in vernacolo sambenedettese: *ieri e oggi / [a cura di Carlo Giorgini, Enrico Liburdi, Giovanni Pompei, Armando Marchegiani, Luigi Vandolini]. – San Benedetto del Tronto: Banca popolare di San Benedetto del Tronto, 1974:

E lu fenàre grùlle: “Vota, ci’!!” / Lu frechì vòte… da matine a ssere, / Sòtte a lu sòle ardente, a la bbufère, / Penzènne: “Nen jarrà sempre ccuscì!”

E lu fenàre file… p’ammucchià / Tante fezzùle pe’ lu patrunale!… / Fatìje se tsa ‘n fòrze o se sta male, / Pe’ repertà llà ccase ‘n pu’ de pa’!!

.   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .

‘N ce sta fatìje dure e tante amare…, / Cròce più gròsse da putè ‘ncullà…,

De chelle che trascìne lu fenàre, / Su lu calvarie de la puvertà!!

Immagine tratta dal sito http://marchemarinare.cultura.marche.it/index.htm
Immagine tratta dal sito http://marchemarinare.cultura.marche.it/index.htm

Vi rimandiamo al seguente link del sito La civiltà marinara nella Marche per visionare altre immagini che documentano e colgono gli aspetti legati alla quotidianità dei lavori di retare, velare, funai e canapini, collaterali ma fondamentali per la vita marinara.

Le foto riprodotte riguardano il mondo marinaro sambenedettese nella prima metà del novecento.

 

 

 

 

 

Lettura

Marche in Blu – S.B.T. “Sea Blu Tour” RACCONTI DI MARE

Le Marche festeggiano le 18 BANDIERE BLU ottenute nel 2013 e in contemporanea per l’intera giornata di sabato 15 giugno la costa adriatica sarà in festa tra giochi in spiaggia, sport, ambiente, intrattenimento e prelibatezze del mare.
San Benedetto del Tronto festeggia con un ricco programma di eventi tra cui

Racconti di Mare, letture animate per bambini a cura della Biblioteca.

L’appuntamento, per grandi e bambini, è per sabato 15 alle ore 11 sul Lungomare di San Benedetto del Tronto, presso il Giardino dei Bambini tra concessione 71 e 71/bis.

Verranno lette ed animate le seguenti storie “marine”:

Davanti al MARE BLU di Lucia Panieri e Alessandro Battan
Che cosa hanno in comune un’alce e una ranocchia? Dicono di essere sorelle, ma l’elefante Martino non ci vuole credere. Eppure, davanti a una splendida distesa d’acqua, scopriranno…

mare 001Pesciolino di Julia Donaldson e Axel Scheffler
Questa è la storia di Pesciolino, piccolo pesce birichino. Fantasioso sognatore, sempre in lotta con le ore. Ogni volta che tardava una storia si inventava: “Oh, povero me! Sono in ritardo, sapete perché? Nuotavo nel mare tranquillo e beato, quando un calamaro mi ha catturato. Ma una tartaruga l’ha morsicato. E dai tentacoli mi ha liberato”. “Pesciolino, è tutto vero?” “Certamente, son sincero!”

Vi aspettiamo!

Programma completo della manifestazione: www.turismo.marche.it
Programma Marche in Blu – S.B.T. “Sea Blu Tour”: www.comunesbt.it

INFO: biblioteca@comunesbt.it
Tel: 0735.794701

 

Iniziative, Lettura

Corso di formazione Nati per Leggere – San Benedetto del Tronto

logo-npl
Il logo di Nati per Leggere realizzato e donato al progetto da Altan

La biblioteca Lesca aderisce fin dal 2011 al progetto Nati per leggere, promosso dall’Associazione Italiana Biblioteche, dall’Associazione Culturale Pediatri e dal Centro per la salute del Bambino con l’intento di diffondere la pratica della lettura ad alta voce ai bambini fin dal primo anno di vita.

A tal proposito, nell’ambito della campagna di promozione della lettura Il Maggio dei libri 2013 – Leggere fa crescere, la Lesca, in collaborazione con l’Associazione Italiana Biblioteche – Sezione Marche, organizza un Corso NPL che si terrà sabato 27 aprile a San Benedetto del Tronto presso l’Auditorium “G. Tebaldini”, sito in V.le A. De Gasperi, 124.

I relatori saranno la pediatra Laura Olimpi, la bibliotecaria Valeria Patregnani (Referente NPL Marche), la lettrice NPL Elena Carrano.

Il corso è diviso in due momenti: il primo rivolto soprattutto alla conoscenza delle strategie di diffusione del progetto, alla conoscenza più approfondita dei libri presenti nelle bibliografie nazionali prodotte dal gruppo di coordinamento nazionale NPL e alla loro promozione; il secondo invece è dedicato al laboratorio di lettura ad alta voce finalizzato alla creazione di gruppi di lettori volontari che sostengono il progetto e supportano l’attività della biblioteca e del pediatra (consulta il programma).

È rivolto a persone che desiderino prestare volontariato in qualità di lettori, bibliotecari, insegnanti, educatrici, pediatri, operatori socio-culturali, enti e associazioni.

La partecipazione è totalmente gratuita. A fine corso sarà rilasciato un attestato di frequenza.

Per informazioni contattare:

Barbara Domini (0735.794704) e-mail: dominib@comunesbt.it

Daniela Traini (0735.794701) e-mail: trainid@comunesbt.it

Per le iscrizioni si prega di compilare il modulo predisposto e di inviarlo via fax al n° 0735.794598 oppure via mail all’indirizzo dominib@comunesbt.it e/o biblioteca@comunesbt.it entro mercoledì 24 aprile 2013 (per il laboratorio del pomeriggio saranno accettate le domande pervenute in ordine cronologico fino ad esaurimento posti).

Emeroteca, Mare, Storia e cultura locale

Cimbas: organo d’informazione interna all’Istituto di ricerca delle fonti per la storia della civiltà marinara

cimbas_cLa pubblicazione di Cimbas, contrariamente alle pessimistiche previsioni del Comitato di Redazione, continua per via telematica e al nuovo indirizzo internet del periodico, http://www.cimbas.altervista.org, è possibile consultare l’ultimo numero, il 44 del mese di marzo 2013.

Per quanti di voi non conoscessero la testata, prevalentemente dedicata allo studio della storia delle attività marinare, riportiamo il contributo a cura della Redazione scritto come introduzione al primo numero del periodico, datato ottobre 1991:

“Questa rivista vede la luce per l’iniziativa di un gruppo di ricercatori che hanno trovato un comune interesse nella storia locale delle attività marinare.

Essa nasce principalmente dall’esigenza di ricomporre il quadro storico locale attraverso l’accesso più ampio possibile alle fonti originali, di qualunque forma espressiva, in grado di fornire informazioni sul passato delle popolazioni picene dedite ai lavori sul mare e per il mare.

È aperta ai contributi di quanti vogliono partecipare a questo progetto che è anche bisogno di riallacciare i legami con le generazioni che ci hanno preceduto su questo lembo di costa adriatica e che ci hanno lasciato un patrimonio di Civiltà quanto meno originale e pieno di suggestioni.

Si tratta quindi di un disegno ambizioso, che richiede più strumenti di competenza, per riscrivere la storia dei marinai e dei pescatori piceni, dalle origini appena sondabili ai recenti fasti oceanici, dei mestieri legati alla pesca, dei contenuti umani e sociali nei quali si è svolta la loro esistenza, del cammino faticoso dell’emancipazione, delle tragedie che hanno segnato i loro giorni, sino alle conquiste tecnologiche e geografiche di questo secolo.

Come sede di riferimento non poteva non essere scelta San Benedetto, assurta a centro peschereccio di valenza internazionale e luogo tra i più significativi per reperire ansia e volontà di riappropriazione storiografica di quelle vicende, con la sua disponibilità a questi approdi culturali, con la sua grande tradizione.

Il titolo conferito alla pubblicazione è tratto dalla dizione classica della nostra documentaristica dove spesso ricorre il termine “Cymbas” per designare piccole imbarcazioni da pesca e che diventerà più esplicito agli inizi del 1700 con la sua traduzione “Cymbas vulgo paranze” (cimbas comunemente dette paranze).

“Cymbas” fragile guscio che affronta il mare dell’informazione ma che, ci auguriamo, possa assolvere con dignità il suo ruolo, così come “le paranze” lo hanno fatto nel mestiere più duro dell’affrontare le onde.

cimbas_cavezz
Gabriele Cavezzi
Presidente di Cimbas

I primi studiosi ad aderire al Comitato di Redazione sono: Gabriele Cavezzi, attuale Presidente, Valter Laudadio, Ugo Marinangeli, oggi Direttore scientifico, Umberto Poliandri, Pietro Pompei, Lino Rosetti, Isa Tassi e Gino Troli.

Ben ventidue anni sono trascorsi e molti altri studiosi e ricercatori si sono avvicendati nel prestare il loro contributo alla ricerca che ha fin qui prodotto 44 fascicoli, 4 monografie e quasi 300 titoli analitici, consultabili dal nostro catalogo: www.bibliosip.it.

Eventi

L’impatto delle biblioteche pubbliche

Cosa rappresentano oggi le biblioteche pubbliche all’interno delle comunità di appartenenza? Qual è la percezione che di essa ne hanno gli utenti abituali, ma soprattutto coloro che non la frequentano? Qual è il loro valore sociale ed economico?

A queste e a molte altre domande si è cercato di rispondere mediante la messa a punto di un modello di Valutazione d’Impatto delle Biblioteche Pubbliche, un progetto valutativo realizzato, nel periodo tra febbraio 2011 e giugno 2012, dalla Sezione Marche dell’AIB con il sostegno del Dipartimento di Scienze del testo e del patrimonio culturale dell’Università degli studi di Urbino “Carlo Bo” e la collaborazione della Provincia di Pesaro e Urbino.

Al progetto hanno partecipato sei strutture marchigiane, tra cui la nostra Biblioteca e si è articolato in sette sezioni principali di lavoro: a) descrizione dei profili di comunità (bacini di utenza); descrizione dei profili delle strutture (dati informativi, dati statistici, profili utenti, indicatori); b) indagine sugli utenti (focus group e questionario somministrato nelle strutture); c) sondaggio online (questionario via Facebook); d) indagine sui giovani (questionario somministrato nelle scuole). Nel nostro caso l’Istituto coinvolto è stato l’IPSSAR Istituto Professionale Servizi Alberghieri e Ristorazione “F. Buscemi”; e) interviste a esponenti di comunità; f) redazione del rapporto finale; g) diffusione dei risultati e problematiche della rendicontazione sociale.

L'impatto delle biblioteche pubblicheIl risultato è il volume pubblicato dall’Associazione Italiana Biblioteche nel 2012 L’impatto delle biblioteche pubbliche: Obiettivi, modelli e risultati di un progetto valutativo a cura di Giovanni Di Domenico che verrà presentato venerdì 22 febbraio p.v. presso l’Auditorium “G. Tebaldini” di San Benedetto del Tronto, dalle ore 15 alle 17.

Ne parleranno con il curatore:

Patrizia Ginobili (TGR Marche)
Michele Rosco (Consulente marketing per i beni culturali)
Margherita Sorge (Assessore alla Cultura del Comune di San Benedetto del Tronto).

Introduce e coordina
Tommaso Paiano (Presidente AIB Marche)

L’incontro vuole essere un’occasione per discutere con tutte le categorie interessate (amministrazioni, scuole, media, cittadini, associazioni) il ruolo e il futuro di un’istituzione che nonostante i gravi effetti della crisi dimostra di sapersi rilanciare, offrendo agli utenti e alle comunità locali servizi capaci di generare crescita culturale, sociale ed economica.

Laboratori in lingua inglese per bambini

English Play Time! in Biblioteca

English Play Time!Sono partiti sabato pomeriggio scorso, 16 febbraio, in Biblioteca i laboratori in lingua inglese a cura della Helen Doron School of Early English di San Benedetto del Tronto. Sono ben 4 gli appuntamenti previsti per un viaggio nel fantastico mondo dell’inglese con il metodo Helen Doron.

Le date, già al completo per quanto riguarda le prenotazioni, sono: 16 e 23 febbraio, 02 e 09 marzo 2013.

Presso la Sezione Bambini/Ragazzi, a partire dalle ore 17.30, una decina di piccoli utenti, accompagnati dai loro genitori, si sono divertiti a giocare, a ballare e a cantare insieme rigorosamente in english.

Il tema del laboratorio è stato Body Actions.

Ma diversi sono gli argomenti trattati ad ogni incontro tra i seguenti:

Animals, Body Actions 1 e 2, Colours, Food, House, Shapes, Numbers, Transport 1 e 2, Wild Animals.

Età consigliata 5-10 anni

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria – max 20 partecipanti

INFO e prenotazione: 0735.794701 biblioteca@comunesbt.it

www.helendoron.it San Benedetto del Tronto Learning Centre

Questo slideshow richiede JavaScript.

Eventi

101 storie sulle Marche che non ti hanno mai raccontato

grand_tour_cultura_2013Il Grand Tour della cultura dal tema Musei – Archivi – Biblioteche: luoghi ‘comuni’ della creatività si concluderà domenica 17 febbraio al Museo della Civiltà Marinara delle Marche. Alle ore 17, 30 sarà presentato il libro di Maria Minelli “101 Storie sulle Marche che non ti hanno mai raccontato”. L’introduzione sarà curata dallo prof. Gino Troli.

C’è chi sostiene che il fascino delle Marche sia soprattutto una questione di paesaggio. Incantevole, multiforme, fatto di dolci colline e di montagne anche aspre, di mare e di vallate verdeggianti, punteggiato di castelli, piccoli borghi, torri, chiese e campanili. Le Marche sono una terra di confine, ricca e rigogliosa, molto ambita e contesa, una terra di fede, meta di pellegrinaggi, una terra lontana, difficile da raggiungere, fuori dalle grandi vie di comunicazione, quindi amata da chi è in cerca di silenzi. Come Sibilla Aleramo, che dei suoi difficili anni a Civitanova parla in uno splendido romanzo, o Maria Anna Bonaparte che da Ancona, invece, voleva solo fuggire.
Le 101 storie qui raccolte offrono l’occasione per gettare uno sguardo diverso sulla regione, fra curiosità, leggende, mito, cronaca e storia ufficiale. Conoscerete  personaggi che delle Marche si sono perdutamente innamorati, come ad esempio il compositore ungherese Franz Liszt, scoprirete aneddoti, episodi tragici legati alla seconda guerra mondiale, vicende segrete e quasi dimenticate, incontrerete i suoi “figli” famosi, tra cui l’imperatore Federico II, i musicisti Pergolesi, Spontini e Rossini, e poi gli estimatori eccellenti, fra cui i reali inglesi. Insomma, un viaggio nel cuore di una regione che, forse proprio per questa sua eterogeneità, è riuscita ad accogliere eventi e uomini così dissimili fra loro.

Tra le storie sulle Marche che non ti hanno mai raccontato:

La Gioconda era marchigiana? 101 storie sulle Marche
L’altra strage del Valentino
Le casciotte di Michelangelo
La regione dei cento teatri
La donna che voleva rapire il figlio di Napoleone
La villeggiatura pesarese della scandalosa principessa di Galles
Artemisia e il re d’Italia
Beniamino il Grande
Le olive all’ascolana, un favoloso mix “alchemico”
La rotonda sul mare, da Fred a Uliassi e Cedroni
Hitler e il manoscritto
L’Indiana Jones italiano
Quei dodici marchigiani morti a Marcinelle
Un cold case sui Sibillini
La dinastia delle scarpe
Storie di cinema in terra marchigiana
Il cacciatore di dinosauri

(da http://www.newtoncompton.com)

Il libro è già disponibile in catalogo: lo trovate in Biblioteca, prestabile, tra i volumi dello scaffale Novità.