Biblioteca, Eventi, Incontro con l'autore, Iniziative, Poesia

Incontro con l’autore Giarmando Dimarti

il-tempo-che-ci-siamo-dati-copertinaVenerdì 14 ottobre alle ore 17.30 la nostra biblioteca avrà il piacere di ospitare Giarmando Dimarti per la presentazione della sua ultima fatica letteraria in versi: il tempo che ci siamo dati, Andrea Livi Editore, Fermo 2016.

L’attuale direttore della biblioteca civica “Gino Pieri” di Porto San Giorgio, che vanta ormai una cospicua produzione poetica, definisce il suo ultimo libro un’opera “marchigianissima” in quanto nella seconda parte accampano personaggi del nostro territorio, quali: il pittore Sandro Trotti,i musicisti Marcello Centini ed Euro Teodori, il famoso gruppo folk La Macina, e molti altri.

All’incontro sarà presente, come relatore, il prof. Alfredo Luzi dell’Università di Macerata mentre l’attore Vincenzo Di Bonaventura darà voce ai testi.

L’iniziativa è organizzata il collaborazione con il Punto Einaudi di San Benedetto del Tronto di Antonio Liturri.dimarti

Si tratta di un appuntamento imperdibile per gli amanti della poesia, e non solo.

Vi aspettiamo!

Annunci
Biblioteca, Eventi, Incontro con l'autore, Iniziative, Narrativa italiana

Mirko Zilahy presenta È così che si uccide

E cosi che si uccide_coverBVenerdì 11 marzo alle ore 18:00 in Biblioteca l’autore Mirko Zilahy presenta il suo primo romanzo È così che si uccide, edito da LonganesiL’evento è organizzato dall’Associazione culturale Lutteratura e UT, rivista d’arte e fatti culturali, con il patrocinio del Comune di San Benedetto del Tronto.

Cosa succede quando i canoni letterari di un genere consolidato come il thriller vengono presi e stravolti da uno scrittore che ha in mente una scrittura e un disegno diversi?

Sulla tavola ci sono tutti gli ingredienti di un thriller, quegli stessi ingredienti che ne hanno già fatto un piatto apprezzato a livello internazionale: una città oscura, che offre la sua faccia più torva, fatta di acciaio, ruggine e pioggia. Un assassino seriale metodico, imprendibile, di ferocia chirurgica. Un commissario di straordinaria umanità, affiancato da una squadra in cui spiccano donne di grande acume e sensibilità. Ma questa volta in cucina c’è Mirko Zilahy, letterato e traduttore, studioso di Manganelli e traduttore di Donna Tartt. Ed è qui la sorpresa. Zilahy ha la sapiente capacità di farsi da parte e lasciare che siano i suoi personaggi – tre in particolare: il commissario Enrico Mancini, il killer senza nome e la città, Roma, anch’essa un personaggio vivo e palpitante – a fare la storia. Zilahy la racconta con una sorprendente mescolanza di registri, l’alto e il basso, l’action più travolgente accanto al misurato accostamento di lemmi selezionati con cura quasi ossessiva.

Così come Enrico Mancini non è un commissario come gli altri – tanto per cominciare, è un commissario che rifiuta i casi che si è addestrato a risolvere – anche Mirko Zilahy non è uno scrittore come gli altri.

Mirko Zilahy, nato a Roma il 1 maggio 1974, ha vissuto nel quartiere di Montesacro fino al 1983 quando si è trasferito a Latina per seguire il lavoro del padre, nefrologo presso l’ospedale Santa Maria Goretti. Dopo il liceo classico, è tornato a Roma per l’Università Lingue e Letterature straniere, dove si è laureato, dopo aver gestito un pub, con una tesi su Dracula di Bram Stoker. Si è poi spostato in Irlanda per un dottorato di ricerca sullo scrittore Giorgio Manganelli. Al Trinity College di Dublino ha lavorato insegnando lingua e letteratura italiana. In seguito, al ritorno in Italia, ha lavorato per Fazi editore come redattore-aiuto editor della straniera nella casa editrice. Nel marzo 2014 è uscito nella sua traduzione Il Cardellino di Donna Tartt per Rizzoli (premio Pulitzer). Il mese successivo è diventato editor della narrativa straniera di Minimum Fax. È giornalista pubblicista e collabora con il Manifesto con recensioni letterarie. Oltre alla Tartt ha tradotto autori come Bram Stoker, Roger Boylan, Peter Murphy. È cultore di Letteratura inglese all’Università per Stranieri di Perugia. Vive nelle vicinanze del grande Gazometro con la compagna, Paola, e due figli. È appassionato di calcio, arti marziali, hard rock, birra scura e Irlanda.

INGRESSO LIBERO

INFO: 0735.794701 – biblioteca@comunesbt.it – Biblioteca multimediale “Giuseppe Lesca”

Circolo di lettura, Eventi, Incontro con l'autore

Presentazione del libro “Chi non muore si rivede” di Alberto Maggi

SKMBT_C224e15060115040_0001Venerdì 5 giugno 2015 ore 18 l’Associazione culturale L’Albero dei Sogni di San Benedetto del Tronto organizza, in Biblioteca, la presentazione del libro Chi non muore si rivede. Il mio viaggio di fede e allegria tra il dolore e la vita di Alberto Maggi.

Nell’aprile 2012 Alberto Maggi, il frate innamorato della libertà, viene trasportato d’urgenza all’ospedale di Ancona dove trascorrerà tre lunghi mesi fra esami, cartelle cliniche e pericolose operazioni chirurgiche: a sorreggerlo costantemente in questo percorso nuovo ci sono la sua straordinaria voglia di vivere e la sua fede allegra e contagiosa. In queste pagine conferisce un valore universale alla sua avventura e riesce a dare ai suoi lettori la forza di affrontare la vita, soprattutto nei momenti più duri, con un sorriso carico di speranza.

SARÀ PRESENTE L’AUTORE

INGRESSO LIBERO

Per informazioni:

Associazione “L’Albero Dei Sogni” 

email: alberodeisogni2014@gmail.com – www.lalberodeisogni.altervista.org

Biblioteca multimediale “G. Lesca”

email: biblioteca@comunesbt.it – tel. 0735.794701