Biblioteca, Biblioteca da aMare, Iniziative, Lettura, Nati per Leggere, news, novità in biblioteca

BEEblio(in)tour – La Biblioteca itinerante

La Biblioteca ha partecipato al bando per progetti di rilievo regionale per la valorizzazione delle Biblioteche e degli Archivi del territorio marchigiano e la Regione Marche ha assegnato un contributo al Comune di San Benedetto del Tronto per la realizzazione del progetto “BEEblio(in)tour – La Biblioteca d’aMare itinerante”.

Il progetto prevede l’avvio di una biblioteca itinerante realizzata mediante l’allestimento di un piccolo ed economico automezzo Ape Piaggio Furgone destinato a circolare sul territorio cittadino al fine di avvicinare il servizio a quanti non lo conoscono o sono impossibilitati a raggiungerlo, garantendo un punto di iscrizione alla biblioteca e di prestito librario e assolvendo alla funzione di riqualificazione dei servizi “nell’ottica di una nuova visitabilità e accessibilità della biblioteca e del suo inserimento in percorsi turistici e di visita”.

Dal 2 al 31 agosto – Prestito ai turisti presso le strutture ricettive

Sarà attivato un servizio di prestito “a domicilio” per i turisti presso le strutture ricettive ospitanti. Potranno infatti avvalersi del servizio di prestito facendone richiesta telefonicamente al numero 0735.794701 o tramite SMS o messaggio WhatsApp al numero 334.6081476 oppure via mail all’indirizzo: biblioteca@comunesbt.it.

Tre volte a settimana, lunedì – mercoledì – venerdì, dalle 9.30 alle 12, i volumi richiesti (fino a 10) saranno consegnati direttamente presso le strutture ospitanti nella data e nell’orario precedentemente concordati.

Dal 2 agosto al 26 settembre – Incontri Nati per Leggere

Il mezzo sarà utilizzato per i due incontri NpL già programmati per il mese di agosto:

domenica 8 presso il Parco Annunziata e sabato 28 agosto al Giardino dei Colori di Via Mare entrambi nel pomeriggio a partire dalle ore 18.

Biblioteca, news, Orario

Orario estivo e servizi

La Biblioteca resterà aperta al pubblico 

da lunedì 19 luglio a sabato 28 agosto 

nei seguenti orari:

dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30

sabato dalle 9 alle 13.

Sabato 14 agosto chiusa.

Saranno attivi i seguenti servizi:

  • prestito SOLO su prenotazione: prima di passare in Biblioteca chiamateci allo 0735.794701, inviate una mail all’indirizzo biblioteca@comunesbt.it o un messaggio WhatsApp al numero 334.6081476 per verificare che il materiale che vi interessa sia disponibile e per concordare giorno e orario del ritiro;
  • restituzione: sarà possibile sempre, in orario di apertura, depositando i volumi nell’apposito contenitore posizionato all’ingresso della struttura;
  • sala studio: sarà consentito l’accesso alla sala studio solo su prenotazione, previa iscrizione ai servizi della biblioteca, unicamente per i posti consentiti (28) e nei seguenti orari: dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13. La prenotazione può essere effettuata al seguente link: https://sportellounico.comunesbt.it/?page_id=549
  • prestiti intersistemici e interbibliotecari: vengono garantiti fatta salva la disponibilità delle biblioteche prestanti. Sarà sufficiente inviare le vostre richieste a: prestitoILLDD@comunesbt.it

Il consueto orario di apertura al pubblico riprenderà regolarmente da lunedì 30 agosto:

dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 19.30,

sabato dalle 9 alle 13.

Sala studio dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19, sabato dalle 9 alle 13.

Uncategorized

Dozzina Premio Strega 2021 #12: L’anno che a Roma fu due volte Natale, di Roberto Venturini

Alfreda, rimasta vedova dopo che il marito Mario perse la vita in un incidente in mare, soffre di demenza senile ed è un’accumulatrice seriale;  il figlio Marco, ragazzo apatico, coltiva e fuma marjuana quando non si occupa della madre.

Entrambi conducono un’esistenza sospesa in un limbo, in attesa di una risoluzione o di un’epifania.

Ed è proprio un’apparizione a dare una svolta improvvisa alla monotonia delle loro vite.

Roberto Venturini racconta L’anno che a Roma fu due volte Natale qui.

Buona Lettura!

Uncategorized

Dozzina Premio Strega 2021 #11: Adorazione, di Alice Urciuolo

 Classe 1994 e già sceneggiatrice della fortunata serie Skam Italia, Alice Urciuolo racconta, intrecciandole fra di loro, le storie di alcuni ragazzi di oggi, perfettamente calate nella realtà contemporanea della provincia italiana e accomunate dal tema ricorrente dell’adorazione, sviluppato nelle sue accezioni positive e negative.

Guarda l’intervista alla scrittrice realizzata da RaiCultura qui.

Buona Lettura!

Biblioteca, Biblioteca digitale, Lettura, Media Library On Line, Uncategorized

Tra i labirinti del realismo magico di Jorge Luis Borges

Poeta, saggista, narratore e bibliotecario, Jorge Francisco Isidoro Luis Borges Acevedo è stato uno scrittore argentino tra i più alti esponenti della letteratura sudamericana. Caratterizzato da uno stile severo, ricco d’ispirazioni letterarie e apparizioni fantastiche, fu il primo a manifestare quella mescolanza di magia e realtà che verrà battezzata “realismo magico”.

Tra i gli scritti di maggior successo, trovano un posto d’onore i racconti raccolti in Finzioni e in L’Aleph: qui si possono ritrovare i temi cari all’autore che, tramite l’evocazione di immagini intense e pulsanti, riesce a far si che il lettore si perda volutamente in un labirinto linguistico e concettuale, frutto della sua profonda erudizione.

Per dare uno sguardo più esteso alla produzione di Borges e decifrare i messaggi contenuti nei suoi labirinti letterari e filosofici, potete consultare -in maniera totalmente gratuita- il catalogo MLOL.

Buona Lettura!

Lettura, novità in biblioteca, Premio Strega, Uncategorized

Dozzina Premio Strega 2021 #10: Due vite, di Emanuele Trevi

Sono due esistenze artistiche e, dunque, tragiche quelle raccontate da Emanuele Trevi nella sua ultima opera edita Neri Pozza dal titolo Due vite; le vite di due scrittori e amici morti prematuramente e accomunati da una fine triste e insensata: Rocco Carbone, appassionato di semiotica dei testi letterari, un scienziato della letteratura, ma anche un uomo severo con se stesso, che conservava dentro sé un alone di infelicità, qualcosa di simile a un “fastidio di vivere” e Pia Pera, donna sensibile, facile a cedere alle illusioni, assai suscettibile e traduttrice di opere di Puškin, Lermontov e Čechov.

Due vite è un doloroso omaggio a due autori sui quali lo scrittore si basa per spiegare il senso della vita e, quindi, della morte.

Guarda l’intervista a Trevi, realizzata da RaiCultura, qui.

Buona Lettura!

Uncategorized

TRA LA BARCELLONA ED I MISTERI DI ZAFÓN

Ad un anno esatto dalla sua prematura scomparsa, non potevamo non omaggiare il grande scrittore Carlos Ruiz Zafón. Pittore di una Barcellona dimenticata e ormai nascosta, in un clima costante di sottesa inquietudine e mistero che ha attratto e affascinato il mondo intero.

La vividezza dei personaggi, che intrecciano le loro esistenze tra le pagine, riesce a far dubitare continuamente il lettore, poiché non risulta mai con chiarezza se il Maligno esista di per sé o se invece si annidi semplicemente dentro ognuno di noi.

Realtà e incubo, sogni e sottintesi sono l’intelaiatura della sua tetralogia Il cimitero dei libri dimenticati: opera magna in cui «fin dall’inizio, ho pensato a una specie di labirinto narrativo con quattro diversi “ingressi”», dirà lo stesso autore; di fatto ogni testo è in realtà a sé stante, ma completa gli enigmi degli altri tre a mo’ di puzzle.

L’ombra del vento (2002), Il gioco dell’angelo (2008), Il prigioniero del cielo (2011) ed Il labirinto degli spiriti (2016) vi aspettano nella nostra biblioteca assieme ad altri suoi capolavori; se invece volete viaggiare (adesso che si può!) e vedere Barcellona attraverso le sue suggestioni letterarie, vi consigliamo questa Guida; altrimenti potete trovare i suoi testi anche online, su MLOL, qui.

Aprii gli occhi. Colonne di pietra spesse come alberi salivano nella penombra verso una volta spoglia. Aghi di luce polverosa cadevano in diagonale e lasciavano intravedere file interminabili di brande. Piccole gocce d’acqua si staccavano dall’alto come lacrime scure che esplodevano risuonando a terra. La penombra odorava di muffa e di umidità. – “Benvenuto in purgatorio”

Uncategorized

Dozzina Premio Strega 2021 #8: Le ripetizioni, di Giulio Mozzi

Mario – il protagonista de Le ripetizioni, con una chiara connotazione autobiografica – è un uomo che inventa storie: esse sono il vero centro nevralgico di questo romanzo. E che siano vere o inventate, per l’autore e per il dispiegamento degli eventi, è del tutto secondario.

Giulio Mozzi, al suo romanzo d’esordio all’età di sessant’anni, ci parla del suo libro nell’intervista realizzata per RaiCultura.

Trovate Le ripetizioni disponibile per la lettura qui.

Buona Lettura!

fantascienza, Uncategorized

DIVERSI MONDI, STESSA REALTÀ

Buona giornata mondiale dell’ambiente!

Oggi vogliamo ricordare l’anniversario della morte di Ray Bradbury: autore fantascientifico (e non solo) che, con il suo stile poetico e la sua narrazione da manuale, ha portato ad un’evoluzione del genere, raccontando storie aliene – e a tratti quasi profetiche – sul futuro che ci aspetta ed i possibili universi che ci circondano.

Incentrati sulla componente umana della storia, i suoi racconti indagano le contraddizioni e le emozioni che spingono i protagonisti a compiere le loro scelte: non crea realtà scientifiche impossibili, ma proietta il nostro mondo in altri luoghi, spazi e tempi, poiché, come afferma egli stesso, “le fantasie sono cose che non possono accadere, la fantascienza è fatta di cose che possono accadere”.

Se volete imbattervi in Cronache Marziane, nel futuro distopico ed inquietante di Farheneit 451 o viaggiare in altri mondi assieme a lui, vi consigliamo il nostro catalogo qui ed altri testi accessibili qui.

“La fantascienza finge di guardare dentro il futuro ma in realtà guarda il riflesso della verità che è davanti a noi”.

Uncategorized

Dozzina Premio Strega 2021 #7: Cara pace, di Lisa Ginzburg

In questo romanzo famigliare descritto minuziosamente, Lisa Ginzburg racconta la vita e i ricordi d’infanzia delle due sorelle orfane (senza esserlo davvero!) Maddalena e Nina attraverso un ambiguo gioco di specchi tra le due a cui il lettore attivamente, spostando l’attenzione e la comprensione dall’una all’altra.

Una storia intima, delicata,ma mai invadente. L’autrice si racconta qui.

Buona Lettura!

Cara Pace, di Lisa Ginzburg – Ponte alle Grazie