Archivio storico comunale, Biblioteca, Eventi, Iniziative, Museo del mare

Storie da musei, archivi e biblioteche 2015

Foto di Annamaria Bordo - Sezione Fotografia - Archivio storico comunale - Edzione Storie da MAB 2014
Foto di Annamaria Bordo – Sezione Fotografia – Archivio storico comunale – Edzione Storie da MAB 2014

Torna anche quest’anno la IV edizione speciale di Storie da biblioteca per MAB Marche, il concorso per viaggiare al centro di un mondo tutto da scoprire.

Cosa succede quando un gruppo di scrittori e fotografi si danno appuntamento nei nostri musei, archivi e biblioteche per raccontarne in quattro ore le peculiarità e scovarne i tesori nascosti? Di certo si tratterà di un meraviglioso viaggio al centro di un mondo tutto da scoprire, anche se ci appartiene già.

Ecco allora che il MAB Marche (coordinamento marchigiano tra Musei, Archivi e Biblioteche promosso da ICOM, ANAI e AIB) in collaborazione con la Regione Marche – Assessorato alla Cultura, l’Associazione culturale RaccontidiCittà, con StreetLib e con Biblioteche Aperte propone la quarta edizione di un concorso rivolto a tutti gli appassionati di lettura, scrittura e fotografia.

Gli elaborati racconteranno le istituzioni culturali e l’importanza che esse rivestono per le loro comunità di riferimento, con una particolare attenzione al tema: “l’errore”.

Armati di penna e macchina fotografica, avventuriamoci dunque fra le sale dei musei e tra i documenti di archivi e biblioteche in questo appassionante tour per ricostruire un’immagine dei nostri istituti culturali che vada al di là di ogni stereotipo.

Per i vincitori, pubblicazione di un’antologia in eBook attraverso la piattaforma StreetLib Selfpublish, buoni offerti da StreetLib da spendere nella libreria digitale StreetLib Store ed eReader offerti da MAB Marche.

A San Benedetto del Tronto le strutture che aderiscono al concorso nella giornata di giovedì 19 novembre e presso le quali è possibile iscriversi anche il giorno stesso sono:

l’Archivio storico comunale nei seguenti orari: dalle 9 alle 13 e dalle 15.30 alle 17.30;

la Biblioteca dalle 9 alle 13 

e il Museo del Mare dalle 15.30 alle 19.30.

Il concorso è suddiviso in due sezioni ed è possibile partecipare ad entrambe:

  • sezione scrittura: i concorrenti si cimenteranno nella stesura di un racconto di massimo 10.000 battute (spazi inclusi) utilizzando preferibilmente il proprio computer. Gli elaborati dovranno essere redatti in lingua italiana. Non vi sono limiti circa il genere letterario ma è richiesta l’ambientazione o comunque il riferimento alla struttura che ospita l’iniziativa, oltre che l’attinenza con il tema scelto per questa edizione: l’errore;
  • sezione fotografia: ogni concorrente potrà presentare un massimo di cinque foto in formato digitale JPEG (JPG). Le fotografie avranno preferibilmente una grandezza di almeno 1536 x 2048 pixel, 300 dpi (pari a circa 130 x 175 mm). I partecipanti alla sezione fotografica potranno scegliere il soggetto da riprodurre muovendosi all’interno degli spazi della struttura o negli immediati dintorni. Le attrezzature per il download delle foto sono a carico dei partecipanti. [N.B.: Le fotografie nelle quali compaiono persone riconoscibili devono essere corredate da liberatoria alla ripresa ed alla pubblicazione firmata dai soggetti fotografati. Le foto di minori necessitano della liberatoria del genitore o dell’esercente la potestà genitoriale.]

Per partecipare, gratuitamente, al concorso occorre compilare e consegnare presso le varie strutture la scheda di iscrizione individuale con i propri dati e far avere i propri elaborati allo scadere delle 4 ore previste per lo svolgimento.

Vi aspettiamo!

Eventi

Storie da biblioteca, concorso itinerante per racconti brevi e fotografie

Logo SdBL’AIB (Associazione Italiana Biblioteche)  Marche in collaborazione con l’Associazione culturale RaccontidiCittà e con Simplicissimus Book Farm propone il concorso Storie da biblioteca rivolto a tutti gli appassionati di lettura, scrittura e fotografia.

L’obiettivo è quello di indagare in modo creativo e propositivo la percezione delle biblioteche da parte di tutti i possibili frequentatori che intendano mettere a frutto in modo giocoso le loro doti di scrittori e fotografi.

La Biblioteca Lesca, come già lo scorso anno, aderisce alla 2a. edizione dell’iniziativa nella mattinata di sabato 26 ottobre 2013, dalle ore 9 alle 13.

Come da Regolamento, la partecipazione al concorso è gratuita e aperta a tutti i frequentatori della biblioteca che abbiano compiuto la maggiore età e ai minorenni accompagnati da un adulto. Previa disponibilità dei posti, l’iscrizione avviene compilando ed inviando tramite email a silvia@raccontidicitta.it una scheda di partecipazione che indichi nome e cognome, indirizzo completo e recapito telefonico del concorrente. La scadenza per la presentazione delle domande è prevista per il 10 ottobre.

I racconti e le foto verranno scritti e scattate estemporaneamente nell’arco di quattro ore presso la sede della Biblioteca Lesca.

Tali elaborati si proporranno di comunicare le peculiarità della struttura ospitante e l’importanza che essa riveste per la comunità di riferimento, con una particolare attenzione quest’anno al tema del lavoro [in senso assolutamente lato: potrebbe essere il lavoro del bibliotecario (la precarietà, i lavori nei beni culturali…) ma anche quello dell’utente (la ricerca di lavoro grazie al supporto di una biblioteca, intesa più come un centro servizi). Oppure il lavoro dello studioso, di uno scrittore che si documenta in una biblioteca. Ci sono poi tutti i più svariati lavori che ruotano attorno alle biblioteche: dagli architetti che le progettano a chi inventa macchine per spolverare i libri o software per gestirli. Imprese che organizzano traslochi di biblioteche, ladri di libri antichi… o pirati di eBook.

Il concorso è suddiviso in due sezioni ed è possibile partecipare ad entrambe:

· sezione scrittura: i concorrenti si cimenteranno nella stesura di un racconto di massimo 10.000 battute (spazi inclusi) utilizzando preferibilmente il proprio personal computer. Gli elaborati dovranno essere redatti in lingua italiana. Non vi sono limiti circa il genere letterario ma è richiesta l’ambientazione o comunque il riferimento alla biblioteca ospitante, oltre che l’attinenza con il tema scelto per l’edizione in corso;

· sezione fotografia: ogni concorrente potrà presentare un massimo di cinque foto in formato digitale JPEG (JPG). Le fotografie devono avere preferibilmente una grandezza di almeno 1536 x 2048 pixel, 300 dpi (pari a circa 130 x 175 mm). I partecipanti alla sezione fotografica potranno scegliere il soggetto da riprodurre muovendosi all’interno degli spazi della struttura o negli immediati dintorni. Le attrezzature per il download delle foto sono a carico dei partecipanti. [N.B.: Le fotografie nelle quali compaiono persone riconoscibili devono essere corredate da liberatoria alla ripresa ed alla pubblicazione firmata dei soggetti fotografati. Le foto di minori necessitano della liberatoria del genitore o dell’esercente la potestà genitoriale].

Il concorso premierà i migliori elaborati con pubblicazione degli stessi in eBook, servizi di self-publishing Narcissus.me, buoni acquisto da spendere su UltimaBooks.it ed eReader.

Per ulteriori informazioni potete consultare il portale Biblioteche aperte o aderire al gruppo aperto su Facebook “Storie da biblioteca”.

Eventi

L’impatto delle biblioteche pubbliche

Cosa rappresentano oggi le biblioteche pubbliche all’interno delle comunità di appartenenza? Qual è la percezione che di essa ne hanno gli utenti abituali, ma soprattutto coloro che non la frequentano? Qual è il loro valore sociale ed economico?

A queste e a molte altre domande si è cercato di rispondere mediante la messa a punto di un modello di Valutazione d’Impatto delle Biblioteche Pubbliche, un progetto valutativo realizzato, nel periodo tra febbraio 2011 e giugno 2012, dalla Sezione Marche dell’AIB con il sostegno del Dipartimento di Scienze del testo e del patrimonio culturale dell’Università degli studi di Urbino “Carlo Bo” e la collaborazione della Provincia di Pesaro e Urbino.

Al progetto hanno partecipato sei strutture marchigiane, tra cui la nostra Biblioteca e si è articolato in sette sezioni principali di lavoro: a) descrizione dei profili di comunità (bacini di utenza); descrizione dei profili delle strutture (dati informativi, dati statistici, profili utenti, indicatori); b) indagine sugli utenti (focus group e questionario somministrato nelle strutture); c) sondaggio online (questionario via Facebook); d) indagine sui giovani (questionario somministrato nelle scuole). Nel nostro caso l’Istituto coinvolto è stato l’IPSSAR Istituto Professionale Servizi Alberghieri e Ristorazione “F. Buscemi”; e) interviste a esponenti di comunità; f) redazione del rapporto finale; g) diffusione dei risultati e problematiche della rendicontazione sociale.

L'impatto delle biblioteche pubblicheIl risultato è il volume pubblicato dall’Associazione Italiana Biblioteche nel 2012 L’impatto delle biblioteche pubbliche: Obiettivi, modelli e risultati di un progetto valutativo a cura di Giovanni Di Domenico che verrà presentato venerdì 22 febbraio p.v. presso l’Auditorium “G. Tebaldini” di San Benedetto del Tronto, dalle ore 15 alle 17.

Ne parleranno con il curatore:

Patrizia Ginobili (TGR Marche)
Michele Rosco (Consulente marketing per i beni culturali)
Margherita Sorge (Assessore alla Cultura del Comune di San Benedetto del Tronto).

Introduce e coordina
Tommaso Paiano (Presidente AIB Marche)

L’incontro vuole essere un’occasione per discutere con tutte le categorie interessate (amministrazioni, scuole, media, cittadini, associazioni) il ruolo e il futuro di un’istituzione che nonostante i gravi effetti della crisi dimostra di sapersi rilanciare, offrendo agli utenti e alle comunità locali servizi capaci di generare crescita culturale, sociale ed economica.