Eventi

In linea il nuovo catalogo web 2.0

biblioSipLe biblioteche del Sistema Interprovinciale Piceno, tra cui anche la Lesca, approdano al WEB 2.0.
La tradizionale rete delle biblioteche, nata negli anni Novanta e coordinata dalla Biblioteca Civica “Romolo Spezioli” di Fermo,  vede oggi la partecipazione di ben 29 istituzioni tra biblioteche comunali, specializzate e private  distribuite sul territorio delle due province di Ascoli Piceno e di Fermo.

In questi anni si è assistito ad una continua evoluzione dei servizi offerti al cittadino. Sono circa 46.000 gli utenti registrati presso le biblioteche del SIP  che usufruiscono quotidianamente dei servizi messi a disposizione: consultazione in sede di libri e giornali, prestito domiciliare, consultazione internet, prestito interbibliotecario e document delivery. Si ha infatti la possibilità, a km 0 ed a costo zero, di ricevere libri e digitalizzazioni di parti di articoli e saggi da biblioteche anche molto lontane. Il SIP gestisce il prestito interbibliotecario tra i membri della rete in modo completamente gratuito per l’utente, mentre con le istituzioni al di fuori della rete ci si adegua alle indicazioni delle biblioteche che prestano il materiale: è cura dei bibliotecari cercare le modalità più veloci, efficaci ed economiche.

Ieri, venerdì 21 giugno, si è approdati a un nuovo traguardo.

Collegandosi al sito www.bibliosip.it e cliccando su Catalogo 2.0 si entrerà nell’ultima applicazione messa a disposizione dal SIP.

Un’interfaccia semplice ed accattivante dove l’utente registrandosi con il codice e la pw forniti dalla sua biblioteca di riferimento, può, oltre che usufruire dei servizi “classici” disponibili da molti anni (prenotazione, richiesta di prestito, suggerimenti d’acquisto, situazione lettore), votare e commentare i documenti del catalogo, salvare ricerche e creare bibliografie personalizzate sul suo argomento preferito, condividerle con gli amici o con “tutti” automaticamente in Facebook e Twitter.

Ed anche prendere in prestito e scaricare ebook, ascoltare musica, crearsi un’edicola personalizzata, accedere a  video e filmati.

Tutto ciò ancora una volta gratuitamente.

Il SIP infatti propone tra i suoi servizi  INDACO,  una piattaforma digitale globale messa a disposizione in via sperimentale per l’anno 2013 dalla ditta  Data Management, fornitrice dei sw della Rete bibliotecaria.

I contenuti sono scelti dai bibliotecari ed entrano automaticamente nel catalogo, fruibili attraverso il portale web mediante i propri pc e dispositivi mobili.

Collaborativa, aperta, con SebinaYOU la biblioteca inaugura un nuovo rapporto con gli utenti e si presenta con servizi in linea e con le opportunità offerte dalle tecnologie di ultima generazione: lo scaffale virtuale permette di “vedere” i libri con le loro copertine esattamente come se si fosse davanti allo scaffale, di scegliere quelli di maggior interesse e di chiederli in prestito. Dove presente è attivata l’integrazione con Google Books.

Ci sono i consigli di lettura, bibliografie a tema, la top ten in evidenza, chi ha letto questo ha letto anche…. ,  le novità in biblioteca e tanto altro.

Tutte le biblioteche sono facilmente accessibili grazie alla messa a disposizione della loro geolocalizzazione su Google Maps.

Con il nuovo BIBLIOSIP l’utente è al centro della vita della biblioteca ed in ognuna di esse i bibliotecari sapranno accompagnarlo in questo amichevole percorso nel mondo dello studio e dell’informazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...