Eventi

Le biblioteche che vorremmo: Seminario sugli Idea Store con Sergio Dogliani

Sabato 26 maggio presso l’Auditorium “G. Tebaldini” di San Benedetto del Tronto, dalle 9.30 alle 13 si terrà il quarto e ultimo appuntamento del ciclo di incontri BIBLIOTECHE APERTE, promosso dalla Sezione Marche dell’Associzione Italiana Biblioteche (AIB).

Si tratta di un seminario, ad ingresso libero, tenuto dal torinese Sergio Dogliani, la mente creativa che si cela dietro al successo degli Idea Store londinesi.

Sergio Dogliani by Daniela Zedda

Chi è Sergio Dogliani? Nasce a Rivoli (Torino) nel 1959. Dopo un primo soggiorno di un anno nel 1980, si è trasferito definitivamente a Londra nel 1984, dove ha cominciato una carriera di insegnante di italiano. Dopo aver insegnato anche cucina e informatica, nel 1991 è diventato direttore delle facoltà di lingue, informatica e materie umanistiche. Nel 2002 Sergio è diventato il primo Idea Store Manager, aprendo Idea Store Bow. In seguito, ha ottenuto l’incarico di Principal Idea Store Manager, trasformatosi nel 2010 nell’attuale Deputy Head of Idea Store. In questo ruolo Sergio è responsabile della gestione di quattro Idea Stores, quattro biblioteche e due centri di formazione continua, gestione del personale, marketing, infrastrutture, formazione professionale e progetti strategici. Attualmente Sergio è coinvolto nella progettazione del quinto Idea Store, nel quartiere di Watney Market (Inverno 2012). Sergio Dogliani fa parte del gruppo storico che ha dato vita al progetto Idea Store, un concetto innovativo gestito dal comune di Tower Hamlets (Londra) che combina servizi bibliotecari, corsi di formazione e centri informazione attraverso una rete di strutture che comprende anche caffè, gallerie d’arte e spazi ad uso della comunità. L’esperienza Idea Store ha portato Sergio a lavorare con architetti, amministratori e figure politiche nazionali. Oltre ad aver contribuito a libri sull’esperienza Idea Store in Francia e Spagna, Sergio ha pubblicato articoli su giornali e riviste in Italia, in Spagna, in Francia e in Gran Bretagna. Ha partecipato inoltre a programmi televisivi e radiofonici in Gran Bretagna (BBC) e in Italia (Rai 3, Radio 2, Radio 3, Radio Capital e Radio Popolare). Sergio partecipa regolarmente a conferenze e seminari nel circuito internazionale (Scandinavia, Olanda, Italia, Spagna, Francia, Svizzera e la Repubblica Ceca). Nel 2008 ha condotto un seminario alla Public Library Association Conference a Minneapolis, USA. Tra le attività non professionali, c’è da segnalare il ruolo di Sergio come organizzatore e presentatore al festival Collisioni (Barolo, Piemonte), che quest’anno avrà tra i suoi ospiti, tra gli altri, Bob Dylan, Patti Smith, Carlo Verdone e Niccolò Ammaniti. Sergio da 18 anni abita a Hackney, un quartiere di Londra, è sposato con Emma Dogliani, soprano, e insieme hanno tre figli: Zaki (18), Isabella (13) a Rocco (9) – tutti iscritti ad Idea Store. 

(da http://faberblog.ilsole24ore.com/author/sergio-dogliani/).

Spazio a metà tra biblioteca pubblica e centro commerciale, gli Idea Store sono strutture di centri polivalenti che offrono servizi bibliotecari, corsi di formazione per il tempo libero rivolti ad adulti e famiglie, centri di informazione e punti ristoro. Sorti tra la City e il Tamigi sono frequentati anche da 2.000 persone al giorno, con visite giornaliere che arrivano a sfiorare i 2 milioni l’anno, a testimonianza del loro valore sociale: è qui che ci si da appuntamento per leggere ma anche per stare insieme e condividere passioni: arte, teatro, musica, design, per conversare, scoprire, conoscere e confrontarsi.

Per saperne di più potete consultare il loro sito inglese: http://www.ideastore.co.uk/

Riportiamo alcuni passi che lo stesso Dogliani, ospite della rubrica Faber blog, la cultura raccontata da chi la fa (http://faberblog.ilsole24ore.com/) de Il sole 24 ore online, ha pubblicato la settimana scorsa, dal 14 al 20 maggio:

Idea Store nasce da una convinzione: che ai cittadini del XXI secolo, più che mai, interessano la lettura, l’imparare cose nuove e lo stare insieme. Nasce anche dal rifiuto di accettare un futuro dove gli unici luoghi di ritrovo siano di matrice commerciale. Il principio alla base del progetto Idea Store è l’accostamento di due funzioni differenti ma complementari – la lettura e l’educazione – e la sinergia generata da questa relazione. 

Immaginatevi dunque la giornata tipica di un utente Idea Store (prendiamo ad esempio un genitore): arrivo in tarda mattinata con la figlia di 3 anni per “storytime”, l’appuntamento quotidiano con i raccontastorie, una chiaccherata con altri genitori mentre i piccoli esplorano la sezione ragazzi, per poi prendere in prestito un paio di libri cartonati da leggere insieme a casa, prima di passare in caffetteria a bere qualcosa, o forse per un pranzo veloce (vediamo un po’ che cosa offre il meno di oggi: tagine di pollo alla marocchina, un’inglesissima sheperd’s pie o lasagna vegetariana? Tutto per meno di 5 euro? Difficile resistere). Dopo possiamo dare uno sguardo alle ultime novità editoriali: ma guarda un po’, hanno già tradotto Il Cimitero di Praga, prova che Eco continua ad avere un grosso pubblico anche all’estero – lo prendo per mia moglie, mentre io mi porto a casa l’ultimo Ian McEwan. E prima di uscire noto la nuova guida ai corsi per adulti: si può scegliere tra 800, dalla scuola di cucito alla cucina orientale, e poi yoga, francese, zumba, photoshop… Manca solo il tempo per farli tutti.

Un modello che sarebbe auspicabile replicare anche in Italia, dove sono in corso dibattiti, tra addetti ai lavori e non, sul futuro delle biblioteche e sulla necessità di adottare cambiamenti che siano in grado di venire incontro alle crescenti e variegate esigenze dell’utenza.

Vi aspettiamo dunque domani per un incontro sicuramente  ricco di spunti e riflessioni per tutti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...